Bravolinks paga.

venerdì 26 febbraio 2010

Petrolio nel Po,..Un disastro ecologico.

Non ci bastava tutte le bottiglie,frigoriferi e copertoni che contornano le rive del Po,ora anche questa fuga di petrolio nel milanese che sta distruggendo tutto quello che incontra nel suo viaggio verso il mare.
Un ringraziamento a tutti i volontari della protezione civile e Vigili del fuoco che in collaborazione  con i militari del genioPontieri stanno cercando di fermare la grande macchia di petrolio...
Una lotta contro il tempo che tiene impegnati tutti i volontari e non.

In questa foto si vede una lavatrice renata dopo le piene scorse con la macchia di petrolio ai suoi piedi.

Come si nota oltre alle bottiglie che sono arrivate da monte del Po si vede il petrolio che si è fermato lungo tutta la sponda del Po.


Come si vede la protezione civile lavora anche durante la notte,nella foto si nota i lampioni d'emergenza che solitamente vengono usate per i lavori notturni.

In questa foto si vede la Conca di Isola Serafini con i volontari che stanno aspirando il grezzo fermato dalle palatie.

Il petrolio è disperso su entrambe le sponde.


 Una posta con una forcella appoggiacanna contornata dalla melma che il petrolio a formato.


  
  
 Le palatie di Isola Serafini.



Nessun commento: